Nei domini dei Malatesta, tra storia e mito

Durata dell’itinerario 3 giorni

Giorno 1
09:00

Torre Campanaria di Casteldelci

Ottieni indicazioni
Torre Campanaria di Casteldelci

La Torre Campanaria di Casteldelci è situata nel centro storico del paese, risale al 1100 ed è la più alta delle torri civiche del comune.
Originariamente dotata di funzione difensiva, in seguito divenne un campanile.
La sopraelevazione è settecentesca sui resti dell’antica rocca

Scheda dettagliata
Note

Si comincia con la visita libera di questo manufatto del 1100, preludio di un viaggio in un vivo passato. Lo spirito del grande condottiero Uguccione della Faggiola ancora permea questo luogo che lo ha visto nascere.

Giorno 1
09:30

Casa museo “Sandro Colarieti” – Museo archeologico “Uguccione della Faggiola” a Casteldelci

Ottieni indicazioni
Casa museo “Sandro Colarieti” – Museo archeologico “Uguccione della Faggiola” a Casteldelci

Intima e tipica abitazione montanara cinquecentesca con camino e forno per il pane, che raccoglie, in un rinnovato allestimento museale, reperti relativi ad epoche storiche diverse. Il museo si divide in tre sezioni.

Scheda dettagliata
Note

Dalla vista della valle ad una tipica abitazione cinquecentesca.

 

Orario estivo
9:00-12:00; 15:00-18:00

In inverno solo su prenotazione

Giorno 1
11:00

Pennabilli

Pennabilli

Passeggiata nel meraviglioso borgo. Qui fu sepolta la Pietra della pace nelle adiacenze della fontana in centro.

Castello di Billi

Edificato nel Medioevo, nella parte più alta, dove alla fine del XIX secolo fu eretta la croce in ferro, si trovano alcuni ruderi del Castello di Billi, oggi chiamato Rupe: il più imponente di tutti è il Torrione Malatestiano del XV secolo. Parte della cittadella è stata inglobata nel Monastero delle suore Agostiniane. Essendo un ordine di clausura non è possibile visitare la struttura all’interno ma solo esternamente.

Ottimo punto per pranzare in zona.

Note

Avventuratevi liberamente nel meraviglioso borgo, troverete tante piccole perle.

Luogo perfetto per il pranzo.

Giorno 1
15:00

Rocca Fregoso a Sant’Agata Feltria

Ottieni indicazioni
Rocca Fregoso a Sant’Agata Feltria

Posta su di un roccione chiamato Sasso del Lupo, Rocca Fregoso si erge a dominare il borgo di Sant’Agata Feltria e la valle sottostante. fino al 1463, quando Sigismondo Malatesta – sconfitto – dovette cedere il castello a Federico da Montefeltro, grazie al quale la fortezza subì le prime radicali trasformazioni. Nel 1660 Sant’Agata e il suo castello tornarono sotto il dominio della Chiesa; da allora la Rocca continuò ad essere adoperata come residenza almeno fino al 1781, quando divenne un convento.

Scheda dettagliata
Note

Dal mercoledì alla domenica

10:00 – 12:00; 15:00 – 18:00

Intero € 6,00
Ridotto € 4,00

Giorno 1
16:30

Talamello, Novafeltria, Maiolo

Talamello, Novafeltria, Maiolo

Questi borghi sono veri e propri scrigni dove respirare e vivere l’esperienza di visita in luoghi integri ed evocativi del Medioevo e Rinascimento del periodo di Malatesta.

Note

Vale la pena visitarli tutti e magari decidere di cenare o pernottare nelle varie opportunità di ospitalità locali.

Giorno 2
09:30

Fortezza di San Leo

Ottieni indicazioni
Fortezza di San Leo

Palcoscenico di numerosi e importanti accadimenti storici nel corso dei secoli, il possente masso calcareo di San Leo costituisce di per sé un baluardo naturale. I Malatesta espugnarono la fortezza nella seconda metà del Trecento, alternandosi nel suo dominio ai Montefeltro sino alla metà del secolo successivo.

Scheda dettagliata
Note

Dal 1631 la fortezza venne adattata a carcere, nelle cui anguste celle furono imprigionati patrioti risorgimentali – dei quali il più celebre fu Felice Orsini. Visita affascinante ed esoterica grazie anche alle tracce di Cagliostro che qui fu imprigionato, Consigliamo la permanenza per tutta la mattinata con il pranzo prima di spostarsi. La visita alla fortezza inizia alle 10:30.

Dal giovedì alla domenica 10:30 – 18:45 (ultimo ingresso 18:00)

Intero € 9,00
Over 65 € 7,00
Ragazzi (15-18) € 5,00
Family (2 interi + 1 o più biglietti ragazzi) € 20,00
Gratuito per determinate categorie di soggetti

Giorno 2
14:30

Castello di Montebello

Castello di Montebello

Costruito intorno all’anno 1000, è noto come il Castello di Azzurina per la leggenda della piccola Malaesta che qui scomparve in giovane età e di cui si narra ancora la presenza del “fantasma”. La sua poderosa Rocca ha ben mille anni di storia da narrare: fu non a caso posta a guardia di una via, quella che risale la Valmarecchia di grande valore strategico poiché rappresentava il collegamento principale con il Montefeltro e con la Toscana, e rappresenta senza dubbio uno degli edifici storici più interessanti della Signoria malatestiana di tutto il territorio romagnolo.

Scheda dettagliata
Note

Costruito intorno all’anno 1000, il castello domina il borgo di Montebello e ancora oggi testimonia la sua nascita a scopo difensivo e il suo sviluppo a residenza nobiliare, con l’adattamento nella seconda metà del ‘400. Vi è ambientata la narrazione di Azzurrina, la fanciulla appartenente alla famiglia Malatesta morta nella rocca in circostanze tragiche di cui ancora qualcuno sente l’eco di ciò che sembra essere una reminiscenza spettrale.

Orario estivo: visite diurne dalle 14:30 alle 19:00 (chiusura biglietteria alle 18:30); possibilità di effettuare anche visite notturne (22:00 – 23:00), su prenotazione e per gruppi al max di 15 persone (bambini ammessi sopra ai 10 anni); chiuso il lunedì tranne ad agosto

Orario invernale: visite diurne dalle 14:30 alle 18:00 (chiusura biglietteria alle 17:30); visite notturne (22:00 – 23:00) solo il sabato, solo su prenotazione (bambini ammessi sopra ai 10 anni)

Intero € 8,00
Bambini 0-5 anni gratuito
Bambini 6-10 anni € 5,00
Gruppi minimo 25 persone (su prenotazione) € 6,00
Scuole (su prenotazione) € 5,00
Visite notturne: € 15,00 (adulti)

Giorno 2
16:30

Rocca Malatestiana (Rocca del Sasso) di Verucchio

Ottieni indicazioni
Rocca Malatestiana (Rocca del Sasso) di Verucchio

Costruito tra il XII e il XVI secolo, il complesso monumentale della rocca malatestiana si posiziona su un’ampia area ricavata sul punto più alto del “Sasso” di Verucchio, da dove si può ammirare uno splendido panorama. Già alla fine del XII secolo la rocca apparteneva alla famiglia Malatesta; qui nacque il “Mastin Vecchio” Malatesta da Verucchio, il grande capo guelfo citato nell’inferno dantesco.

Scheda dettagliata
Note

La città è un ottimo luogo per cenare ed eventualmente pernottare.

Giorno 3
10:00

Rocca Malatestiana di Santarcangelo

Ottieni indicazioni
Rocca Malatestiana di Santarcangelo

Si deve a Sigismondo Pandolfo Malatesta la costruzione della rocca nel 1447, sorta ad un’estremità del colle accanto ad una grande torre voluta da Carlo Malatesta nel 1386, la cui parte inferiore fu utilizzata da Sigismondo come mastio angolare per la nuova rocca di forma quadrangolare con torrioni poligonali, assumendo la configurazione definitiva che ancora oggi conserva. Alcuni studiosi, inoltre, collocano proprio tra le mura di questa rocca il racconto dantesco di Paolo e Francesca, per via della vocazione residenziale della rocca e la presenza dell’omicida Gianciotto.

Scheda dettagliata
Note

Visita alla città di Santarcangelo libera, ingresso alla Rocca dalle ore 11:00

Orario estivo: dal lunedì al venerdì alle 11:00; sabato, domenica e alcuni festivi alle 11:00 e alle 17:00
Orario invernale: dal lunedì al venerdì alle 11:00; sabato, domenica e alcuni festivi alle 11:00 e alle 15:30

Intero € 6,00
Over 65 e gruppi di più di 20 persone € 5,00
Gratuito per under 14 e persone con disabilità

Nei dintorni

Trattoria Ciccioni
Trattoria Ciccioni Approfondisci
Alloggio La Casina nel Borgo
Alloggio La Casina nel Borgo Approfondisci
Ristorante Il Casolare dei Baroni
Ristorante Il Casolare dei Baroni Approfondisci
Pizzeria da asporto La casa della pizza
Pizzeria da asporto La casa della pizza Approfondisci
Ristorante Jolly La Matta
Ristorante Jolly La Matta Approfondisci
Pizzeria Graziano
Pizzeria Graziano Approfondisci

Nei domini dei Malatesta, tra storia e mito

Durata dell’itinerario 3 giorni

Giorno 1
09:00

Torre Campanaria di Casteldelci

Note

Si comincia con la visita libera di questo manufatto del 1100, preludio di un viaggio in un vivo passato. Lo spirito del grande condottiero Uguccione della Faggiola ancora permea questo luogo che lo ha visto nascere.

Giorno 1
09:30

Casa museo “Sandro Colarieti” – Museo archeologico “Uguccione della Faggiola” a Casteldelci

Note

Dalla vista della valle ad una tipica abitazione cinquecentesca.

 

Orario estivo
9:00-12:00; 15:00-18:00

In inverno solo su prenotazione

Giorno 1
11:00

Pennabilli

Note

Avventuratevi liberamente nel meraviglioso borgo, troverete tante piccole perle.

Luogo perfetto per il pranzo.

Giorno 1
15:00

Rocca Fregoso a Sant’Agata Feltria

Note

Dal mercoledì alla domenica

10:00 – 12:00; 15:00 – 18:00

Intero € 6,00
Ridotto € 4,00

Giorno 1
16:30

Talamello, Novafeltria, Maiolo

Note

Vale la pena visitarli tutti e magari decidere di cenare o pernottare nelle varie opportunità di ospitalità locali.

Giorno 2
09:30

Fortezza di San Leo

Note

Dal 1631 la fortezza venne adattata a carcere, nelle cui anguste celle furono imprigionati patrioti risorgimentali – dei quali il più celebre fu Felice Orsini. Visita affascinante ed esoterica grazie anche alle tracce di Cagliostro che qui fu imprigionato, Consigliamo la permanenza per tutta la mattinata con il pranzo prima di spostarsi. La visita alla fortezza inizia alle 10:30.

Dal giovedì alla domenica 10:30 – 18:45 (ultimo ingresso 18:00)

Intero € 9,00
Over 65 € 7,00
Ragazzi (15-18) € 5,00
Family (2 interi + 1 o più biglietti ragazzi) € 20,00
Gratuito per determinate categorie di soggetti

Giorno 2
14:30

Castello di Montebello

Note

Costruito intorno all’anno 1000, il castello domina il borgo di Montebello e ancora oggi testimonia la sua nascita a scopo difensivo e il suo sviluppo a residenza nobiliare, con l’adattamento nella seconda metà del ‘400. Vi è ambientata la narrazione di Azzurrina, la fanciulla appartenente alla famiglia Malatesta morta nella rocca in circostanze tragiche di cui ancora qualcuno sente l’eco di ciò che sembra essere una reminiscenza spettrale.

Orario estivo: visite diurne dalle 14:30 alle 19:00 (chiusura biglietteria alle 18:30); possibilità di effettuare anche visite notturne (22:00 – 23:00), su prenotazione e per gruppi al max di 15 persone (bambini ammessi sopra ai 10 anni); chiuso il lunedì tranne ad agosto

Orario invernale: visite diurne dalle 14:30 alle 18:00 (chiusura biglietteria alle 17:30); visite notturne (22:00 – 23:00) solo il sabato, solo su prenotazione (bambini ammessi sopra ai 10 anni)

Intero € 8,00
Bambini 0-5 anni gratuito
Bambini 6-10 anni € 5,00
Gruppi minimo 25 persone (su prenotazione) € 6,00
Scuole (su prenotazione) € 5,00
Visite notturne: € 15,00 (adulti)

Giorno 2
16:30

Rocca Malatestiana (Rocca del Sasso) di Verucchio

Note

La città è un ottimo luogo per cenare ed eventualmente pernottare.

Giorno 3
10:00

Rocca Malatestiana di Santarcangelo

Note

Visita alla città di Santarcangelo libera, ingresso alla Rocca dalle ore 11:00

Orario estivo: dal lunedì al venerdì alle 11:00; sabato, domenica e alcuni festivi alle 11:00 e alle 17:00
Orario invernale: dal lunedì al venerdì alle 11:00; sabato, domenica e alcuni festivi alle 11:00 e alle 15:30

Intero € 6,00
Over 65 e gruppi di più di 20 persone € 5,00
Gratuito per under 14 e persone con disabilità

Segnala la tua visita