Itinerari

Itinerari

Sfoglia gli itinerari possibili su questo territorio. Lasciati sorprendere da piacevoli sorprese.

Itinerari

Durata dell’itinerario 1 giorno e mezzo

Giorno 1
9:00

Ponte Verucchio

Note

Di facile percorrenza, il percorso attraversa l’ambiente tipico che si ritrova lungo le sponde del fiume Marecchia.

Giorno 1
9:50

Saiano

Note

Fuori dalla chiesetta, dedicata alla Beata Vergine Maria del Monte Carmelo, è possibile ammirare lo splendido portale in bronzo realizzato dall’artista Arnaldo Pomodoro (su suggerimento di Tonino Guerra) e, custodita all’interno, una statua in gesso raffigurante la Vergine col Bambino datata XVI secolo.

Giorno 1
10:45

Castello di Montebello

Note

Si sale a Montebello percorrendo la stradina asfaltata in mezzo alla pineta oppure percorrendo il ripido sentiero che porta direttamente nel cuore del borgo. Montebello è un vero e proprio terrazzo panoramico, pur non essendo molto alto (436 metri s.l.m.) il territorio che si può osservare è molto vasto e comprende interamente le valli del Marecchia e dell’Uso. Qui c’è la possibilità di gustare piatti tipici e genuini nei ristoranti locali e di visitare il maestoso Castello.

Giorno 1
14:45

“Scorticata” di Poggio Torriana

Note

Il tracciato prosegue sul crinale e tocca Gessi, il cui toponimo ci dice che in zona si trova la tipica roccia grigia di origine evaporitica. Tenendo la sinistra si sale fino a raggiungere la rocca malatestiana. Qui è possibile godere di uno splendido panorama a 360° ed esplorare i resti delle antiche murature.

Giorno 1
15:15

Torriana

Note

Celebre è “L’albero dell’acqua”, una creazione del poeta e sceneggiatore Tonino Guerra. La scultura ricorda il fiume Marecchia e le sue acque che attraversano terre, memorie e sogni. Continuando la discesa si torna a Ponte Verucchio e quindi al parcheggio.

Giorno 1
16:30

Rocca Malatestiana (Rocca del Sasso) di Verucchio

Note

Infine, da ponte Verucchio si consiglia di salire fino al centro storico di Verucchio (5 minuti in auto), che fu la prima roccaforte della famiglia Malatesta.

Giorno 1
8:30

Rocca di Maiolo

Note

L’itinerario ha inizio con una breve quanto affascinante escursione a piedi verso la rocca di Maioletto. Il sentiero parte dal parcheggio del cimitero nei pressi di Bivio Boscara e prosegue per la frazione di Sant’Apollinare e poi per Poggio. Percorrendo la strada sterrata si attraversano i calanchi e se ne ammirano i profondi solchi plasmati nel tempo dalla natura, che si allungano modificandosi e moltiplicandosi al procedere dei passi. Arrivati alla chiesa di San Rocco si continua percorrendo il sentiero che costeggia le rocce fino a raggiungere una scala a pioli, dalla quale inizia la salita verso la rocca.
Si precisa che l’ultimo tratto, quello che conduce alla rocca vera e propria, è raggiungibile tramite una scaletta per cui non risulta agibile a tutti, ma la passeggiata merita sicuramente per gli scenari impressionanti che si attraversano e la magnifica vista sulla Valmarecchia.

Per maggiori informazioni contattare l’Associazione Pro Loco di Maiolo: 333-7246502

Giorno 1
14:15

Borgo di Torricella a Novafeltria

Note

Dopo il pranzo in uno dei ristoranti situati nei pressi di Novafeltria, uno dei maggiori centri della zona, il viaggio prosegue alla scoperta dei piccoli borghi e tesori nascosti in questa bella valle. Attraversando Novafeltria, infatti, vale la pena fare una piccola deviazione per dare uno sguardo alla piccola Torricella. Si tratta infatti di uno dei centri del territorio che meglio e più integralmente conserva l’aspetto del castello medievale.

Per maggiori informazioni contattare l’Ufficio Informazioni Turistiche di Novafeltria: 0541-845620

Giorno 1
15:00

Torre di Maciano a Pennabilli

Note

Ci si sposta in macchina in località Maciano. Sulla collina che sovrasta l’abitato, sorgeva un tempo un castello che fino al 1458 costituì il sistema difensivo del paese. La torre di Maciano è situata in posizione dominante sul borgo, inserita nel suggestivo contesto dell’antico poggio in cui sono ancora visibili le strutture di abitazioni, stalle e porcili edificati con tecniche costruttive del passato.

Per maggiori informazioni contattare l’Ufficio Turistico di Pennabilli: 0541-928659

Giorno 1
16:00

Borgo di Petrella Guidi

Note

Uno dei gioielli più preziosi del territorio – nonché uno dei meno conosciuti! – è proprio Petrella Guidi, piccolo borgo che ancora oggi conserva la propria originale struttura medievale. Per la sua particolarità, e soprattutto per “l’aria antica” che qui si respira, quella suggestiva atmosfera di tempi lontani sospesi nel silenzio, la visita è caldamente consigliata.

Per maggiori informazioni contattare l’Ufficio Informazioni Turistiche Pro Loco di Sant’Agata Feltria: 0541-848022

Giorno 1
18:00

Pennabilli

Note

La giornata si conclude a Pennabilli, pittoresco centro storico dell’Alta Valmarecchia, dove sarà possibile cenare e passare la notte scegliendo tra le strutture presenti. Senza dubbio vale la pena concedersi una rilassante passeggiata al tramonto per scoprire gli angoli nascosti e le caratteristiche stradine del centro, lasciandosi affascinare dalla bellezza e dalla pace che solo luoghi come questo sanno offrire.

Per maggiori informazioni contattare l’Ufficio Turistico di Pennabilli: 0541-928659

Giorno 2
9:30

Torre di Bascio a Pennabilli

Note

L’avventura prosegue alla scoperta di luoghi tanto nascosti quanto singolari. In passato il luogo in cui ora vi trovate rivestiva un importantissimo compito di controllo sul territorio proprio per la sua posizione strategica. Al culmine della collina si trova la slanciata e imponente torre di Bascio, impossibile non notarla. La torre è tutto ciò che oggi rimane dell’antico e potente castello che dominava tutta la sottostante valle del Marecchia.

Per maggiori informazioni contattare l’Ufficio Turistico di Pennabilli: 0541-928659

Giorno 2
10:30

Borgo di Gattara

Note

Addentrandosi ancora in direzione dell’appennino si consiglia di fare tappa a Gattara. Questo luogo era originariamente un castello, che poteva avvantaggiarsi di una posizione altamente strategica. Il centro fu per un periodo possedimento dei Malatesta, che la cedettero successivamente di nuovo ai Carpegna nel 1420.

Per maggiori informazioni contattare l’Ufficio Informazioni Turistiche di Casteldelci: 0541-915423 / 333-1381225

Giorno 2
12:00

Casteldelci

Note

Si giunge, infine, a Casteldelci, silente borgo ai margini della valle e dal passato importante. Oggi, visitando il suo splendido territorio e attraversandone il centro storico si assaporano le atmosfere delle sue antiche e prestigiose vicende.

Per maggiori informazioni contattare l’Ufficio Informazioni Turistiche di Casteldelci: 0541-915423 / 333-1381225

Giorno 1
09:00

Torre Campanaria di Casteldelci

Note

Si comincia con la visita libera di questo manufatto del 1100, preludio di un viaggio in un vivo passato. Lo spirito del grande condottiero Uguccione della Faggiola ancora permea questo luogo che lo ha visto nascere.

Giorno 1
09:30

Casa museo “Sandro Colarieti” – Museo archeologico “Uguccione della Faggiola” a Casteldelci

Note

Dalla vista della valle ad una tipica abitazione cinquecentesca.

 

Orario estivo
9:00-12:00; 15:00-18:00

In inverno solo su prenotazione

Giorno 1
11:00

Pennabilli

Note

Avventuratevi liberamente nel meraviglioso borgo, troverete tante piccole perle.

Luogo perfetto per il pranzo.

Giorno 1
15:00

Rocca Fregoso a Sant’Agata Feltria

Note

Dal mercoledì alla domenica

10:00 – 12:00; 15:00 – 18:00

Intero € 6,00
Ridotto € 4,00

Giorno 1
16:30

Talamello, Novafeltria, Maiolo

Note

Vale la pena visitarli tutti e magari decidere di cenare o pernottare nelle varie opportunità di ospitalità locali.

Giorno 2
09:30

Fortezza di San Leo

Note

Dal 1631 la fortezza venne adattata a carcere, nelle cui anguste celle furono imprigionati patrioti risorgimentali – dei quali il più celebre fu Felice Orsini. Visita affascinante ed esoterica grazie anche alle tracce di Cagliostro che qui fu imprigionato, Consigliamo la permanenza per tutta la mattinata con il pranzo prima di spostarsi. La visita alla fortezza inizia alle 10:30.

Dal giovedì alla domenica 10:30 – 18:45 (ultimo ingresso 18:00)

Intero € 9,00
Over 65 € 7,00
Ragazzi (15-18) € 5,00
Family (2 interi + 1 o più biglietti ragazzi) € 20,00
Gratuito per determinate categorie di soggetti

Giorno 2
14:30

Castello di Montebello

Note

Costruito intorno all’anno 1000, il castello domina il borgo di Montebello e ancora oggi testimonia la sua nascita a scopo difensivo e il suo sviluppo a residenza nobiliare, con l’adattamento nella seconda metà del ‘400. Vi è ambientata la narrazione di Azzurrina, la fanciulla appartenente alla famiglia Malatesta morta nella rocca in circostanze tragiche di cui ancora qualcuno sente l’eco di ciò che sembra essere una reminiscenza spettrale.

Orario estivo: visite diurne dalle 14:30 alle 19:00 (chiusura biglietteria alle 18:30); possibilità di effettuare anche visite notturne (22:00 – 23:00), su prenotazione e per gruppi al max di 15 persone (bambini ammessi sopra ai 10 anni); chiuso il lunedì tranne ad agosto

Orario invernale: visite diurne dalle 14:30 alle 18:00 (chiusura biglietteria alle 17:30); visite notturne (22:00 – 23:00) solo il sabato, solo su prenotazione (bambini ammessi sopra ai 10 anni)

Intero € 8,00
Bambini 0-5 anni gratuito
Bambini 6-10 anni € 5,00
Gruppi minimo 25 persone (su prenotazione) € 6,00
Scuole (su prenotazione) € 5,00
Visite notturne: € 15,00 (adulti)

Giorno 2
16:30

Rocca Malatestiana (Rocca del Sasso) di Verucchio

Note

La città è un ottimo luogo per cenare ed eventualmente pernottare.

Giorno 3
10:00

Rocca Malatestiana di Santarcangelo

Note

Visita alla città di Santarcangelo libera, ingresso alla Rocca dalle ore 11:00

Orario estivo: dal lunedì al venerdì alle 11:00; sabato, domenica e alcuni festivi alle 11:00 e alle 17:00
Orario invernale: dal lunedì al venerdì alle 11:00; sabato, domenica e alcuni festivi alle 11:00 e alle 15:30

Intero € 6,00
Over 65 e gruppi di più di 20 persone € 5,00
Gratuito per under 14 e persone con disabilità

Giorno 1
10:00

La cittadella medievale

Note

La cittadella medievale di Santarcangelo è una passeggiata in ambienti tipicamente rinascimentali culminante nella visita alla Rocca. Si deve a Sigismondo Pandolfo Malatesta la costruzione della rocca nel 1447, sorta ad un’estremità del colle accanto ad una grande torre voluta da Carlo Malatesta nel 1386, la cui parte inferiore fu utilizzata da Sigismondo come mastio angolare per la nuova rocca di forma quadrangolare con torrioni poligonali, assumendo la configurazione definitiva che ancora oggi conserva.

Visita alla Città di Santarcangelo libera, ingresso alla Rocca dalle ore 11:00

Orario estivo: dal lunedì al venerdì alle 11:00; sabato, domenica e alcuni festivi alle 11:00 e alle 17:00
Orario invernale: dal lunedì al venerdì alle 11:00; sabato, domenica e alcuni festivi alle 11:00 e alle 15:30

Intero € 6,00
Over 65 e gruppi di più di 20 persone € 5,00
Gratuito per under 14 e disabili

Ufficio Informazione ed Accoglienza Turistica – Pro Loco
0541-624270

Giorno 1
11:00

Rocca Malatestiana di Santarcangelo

Note

Ufficio Informazione ed Accoglienza Turistica – Pro Loco Santarcangelo di Romagna
Via Cesare Battisti, 5
0541-624270

Giorno 1
14:30

Rocca Malatestiana (Rocca del Sasso) di Verucchio

Note

La fortezza rappresenta uno dei meglio conservati e rappresentativi esempi di architettura fortificata medievale. La città è un ottimo luogo per cenare ed eventualmente pernottare.

 

Informazione Accoglienza Turistica di Verucchio
Piazza Malatesta, 20

Tel: 0541-670222

Giorno 1
17:00

Castello di Montebello

Note

Il castello domina il borgo di Montebello e ancora oggi testimonia la sua nascita a scopo difensivo e il suo sviluppo a residenza nobiliare, con l’adattamento nella seconda metà del ‘400. Vi è ambientata la narrazione di Azzurrina, la fanciulla appartenente alla famiglia Malatesta morta nella rocca in circostanze tragiche di cui ancora qualcuno sente l’eco di ciò che sembra essere una reminiscenza spettrale.

Orario estivo: visite diurne dalle 14:30 alle 19:00 (chiusura biglietteria alle 18:30); possibilità di effettuare visite notturne (22:00 – 23:00), su prenotazione e per gruppi al max di 15 persone (bambini ammessi sopra ai 10 anni); chiuso il lunedì tranne ad agosto
Orario invernale: visite diurne dalle 14:30 alle 18:00 (chiusura biglietteria alle 17:30); visite notturne (22:00 – 23:00) solo il sabato, solo su prenotazione (bambini ammessi sopra ai 10 anni)

Intero € 8,00
Bambini 0-5 anni gratuito
Bambini 6-10 anni € 5,00
Gruppi minimo 25 persone (su prenotazione) € 6,00
Scuole (su prenotazione) € 5,00
Visite notturne: € 15,00 (adulti)

 

Comune di Poggio Torriana
Via Roma, 19

Tel: 0541-675220

Giorno 2
10:00

Fortezza di San Leo

Note

Dal 1631 la fortezza venne adattata a carcere, nelle cui anguste celle furono imprigionati patrioti risorgimentali – dei quali il più celebre fu Felice Orsini. Visita affascinante ed esoterica grazie anche alle tracce di Cagliostro che qui fu imprigionato,

Consigliamo la permanenza per tutta la mattinata con il pranzo prima di spostarsi. La visita alla fortezza inizia alle 10:30.

Dal giovedì alla domenica 10:30 – 18:45 (ultimo ingresso 18:00)

Intero € 9,00
Over 65 € 7,00
Ragazzi (15-18) € 5,00
Family (2 interi + 1 o più biglietti ragazzi) € 20,00
Gratuito per determinate categorie di soggetti

Informazione Accoglienza Turistica di San Leo
Piazza Dante Alighieri, 14

Tel: 0541-9163060541-926967